La Violenza nelle Manifestazioni Sportive: Analisi e Prospettive

“La Violenza nelle Manifestazioni Sportive: Analisi e Prospettive” è stato  l’evento formativo organizzato dall’Associazione Forense di Acireale svolto Giovedì 18 Aprile nella cittadina jonica, presso la splendida cornice di Villa Belvedere. 

Una sala gremita di pubblico ha accolto i relatori in questo appuntamento accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Catania, tre ore di formazione con protagonisti voci di alto profilo: l’apertura dei lavori è stata una relazione sul fenomeno da parte del Generale di Corpo D'Armata - Vice Comandante dell'Arma dei Carabinieri Riccardo Galletta cui ha hanno fatto seguito le riflessioni del Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Messina Carlo Capocollo, del Presidente Comitato Regionale L.N.D. / F.I.G.C. Sandro Morgana, del Consigliere Ordine Avvocati Catania Giulio Napoli e del Presidente Commissione Monitoraggio Contrasto alla Violenza del'AIA Alfredo Trentalange. 

Le azioni repressive e una legislazione al passo con i tempi ma, soprattutto, un maggiore coordinamento e dialogo tra le parti e una forte azione educativa verso i più giovani sono stati i temi sui quali i relatori, tutti ex arbitri, hanno convenuto come direzione per una maggiore efficacia nella prevenzione del fenomeno della violenza dentro e fuori dal campo e nei confronti degli arbitri in ogni categoria.

Nel convegno, oltre alle allarmanti statistiche che hanno messo in luce una volta di più quanto lavoro ci sia ancora da fare in tema di sensibilizzazione e responsabilizzazione, è emersa  piena sintonia sulle prospettiva legata a strumenti di coinvolgimento come il così detto “Doppio Tesseramento” che dà la possibilità a giovani calciatori di poter vivere l’esperienza arbitrale e migliorare così la percezione del lavoro dell’arbitro e di conoscere a pieno il Regolamento del Calcio.